Tendenze nell’arredo dei locali

Tendenze nell’arredo dei locali

Come si arreda un nuovo ristorante o una pasticceria? Quali sono le tendenze? Quali le regole da rispettare, oltre al distanziamento sociale, agli obblighi di sanificazione e al rispetto delle normative specifiche emanate in seguito a Covid-19?

Dalla progettazione dell’ambiente, all’analisi dei flussi, al posizionamento dei banchi per la vendita e la mescita, degli eventuali posti a sedere, all’ubicazione di magazzino, spogliatoi e servizi, fino allo studio dell’insonorizzazione e dell’illuminazione, per il massimo comfort della clientela: affidarsi a un esperto è fondamentale per non commettere errori.

Tra le tendenze più evidenti c’è sicuramente una spinta alla personalizzazione dei progetti, un’attenta comunicazione all’interno e all’esterno del locale (sia per i prodotti esposti, che per la segnaletica in generale), la valorizzazione dei prodotti attraverso banchi espositivi (che devono risultare adeguati per dimensioni, posizionamento e illuminazione), ma anche l’impiego di materiali e tecnologie sempre più naturali, green e a impatto zero.

 

Partiamo dall’inizio: in un nuovo progetto di ambiente, così come il ristoratore, il pasticcere o il gelatiere cerca di proporre al meglio le sue creazioni, anche i progettisti, grazie ai rendering e alla tecnologia 3D, utilizzano strumenti sempre più evoluti per risultati fotorealistici, chiari e apprezzabili dal committente, che può vedere (e non solo di immaginare) ciò che verrà realizzato.

 

Da parte loro, i produttori propongono tecnologie sempre più avanzate, attrezzature dotate di funzioni per il controllo remoto e APP dedicate, oppure arredi e banchi espositivi in più varianti, magari di design o spinti alla massima personalizzazione, con materiali ricercati ed esclusivi, talora ispirati al ritorno a una raffinata eleganza.

 

Nella progettazione dell’arredo di un nuovo locale riveste un ruolo fondamentale l’analisi dei flussi: da qui il posizionamento dei banchi per la vendita e la mescita, degli eventuali posti a sedere, l’ubicazione di magazzino, spogliatoi e servizi. Uno degli aspetti da non trascurare per il comfort della clientela è l’insonorizzazione: il mercato propone diverse tipologie di soluzioni fonoassorbenti, anche di tipo decorativo, alcune capaci di nascondere nel soffitto impianti o sistemi di climatizzazione dell’aria. Anche i tendaggi contribuiscono ad assorbire i rumori e ad attutire il fastidioso rimbalzo delle voci, e diventano preziosi componenti nella proposta di arredo. Da evitare con accuratezza oggetti o mobili sporgenti, zone anguste o male illuminate. L’avvento delle tecnologie a LED ha portato a risultati talora imbarazzanti: seguire i consigli di un esperto sarà perciò fondamentale per gestire correttamente l’illuminazione, con l’obiettivo di valorizzare il locale, ma anche i prodotti, magari con elementi a luce diretta nelle zone di esposizione, e luce calda indiretta nelle aree di consumazione.

 

Ph gretelfactory.it liguoricontract.it