ristoranti di prestigio a Venezia

Le stelle scelgono Venezia

Le stelle scelgono Venezia

Nonostante il periodo di difficoltà del settore turistico nel mondo, la città della Serenissima sembra non voler rallentare dal punto di vista dell’innovazione culinaria:

uno dei suoi hotel più rinomati, l’Aman Venice, a pochi passi dal sestiere di San Marco e con una meravigliosa vista sul Canal Grande, può vantarsi ora della presenza di Norbert Niederkofler come Consultant chef. Niederkofler ha conquistato le 3 stelle Michelin grazie alla sua filosofia di esaltazione del territorio che prende il nome di “Cook the mountain” nel suo ristorante St. Hubertus nel cuore dell’Alta Badia; la conoscenza e l’amore per il suo territorio è senza pari e all’Aman avrà l’occasione di provare ancora una volta quanto la cura delle materie prime, il no-waste e la tutela dei lavoratori possano insieme rafforzare e avvalorare anche la cucina veneziana. Niederkofler è anche il fondatore di Care’s, un’associazione che si preoccupa di etica nel mondo della cucina e di aggiungere un ingrediente “morale” alle pietanze preparate.

Degna di nota è poi l’apertura del nuovo pop-up restaurant “Hostaria” degli Alajmo nell’ isola di Certosa, che offre a veneziani, e non solo, la tipica cucina italiana che fa della semplicità il proprio forte. Il progetto è nato insieme all’associazione Vento di Venezia e punta a sfruttare le potenzialità dell’isola di Certosa, rimasta inutilizzata per troppo tempo a causa di necessità di bonifiche e della sua destinazione prettamente militare. I punti forti del locale sono molteplici: è facilmente raggiungibile in barca o vaporetto, può ospitare 100 persone all’aperto e una trentina al coperto, offre un tramonto mozzafiato sulla laguna, servizi di take-away, un bar a firma Lucas Kelm. Il locale è aperto dalla mattina a sera tardi: esteticamente punta a uno stile nautico, semplice e raffinato. Sfrutta la studiata illuminazione del locale e il panorama veneziano per creare atmosfere uniche e inimitabili. Non si tratta del primo progetto della famiglia Alajmo a Venezia, dopo il Ristorante-Gran Caffé Quadri e Quadrino a Piazza San Marco e T Fondaco dei Tedeschi, AMO, ai piedi del Ponte di Rialto, frutto della collaborazione tra i fratelli Alajmo e il designer Philippe Starck. La qualità delle materie prime e la semplicità del design contraddistinguono anche questo locale, che si procura il necessario direttamente dal mercato di Rialto, secondo le disponibilità stagionali e le specialità della laguna. Benvenute stelle!